sabato 20 agosto 2016

Storia del Casino e della Rueda Cubana

  • - Introduzione
  • - Gli antenanti del casino
  • - Prima tappa:gli inizi del casino(1950-1959)
  • - Quella notte naque la Rueda mentre cantava Benny Moré…
  • - Passi e varianti del casino
  • - Figure del casino
  • - Figure di coppie sciolte indipendenti
  • - Il casino nel suo sviluppo, Seconda Tappa (1960-1980)
  • - 1959:La Rivoluzione Cubana
  • - Le Ruedas più famose
  • - L'auge del casino
  • - La fine degli anni 60 e gli inizi degli anni 70:Revé e Formell, Los Van Van, Irakere
  • - "Para Bailar": il programma televisivo che consacra il casino
  • - I ballerini di casino negli anni settanta:si loro virtuosismi e le loro regole…
  • -L'Attualità del Casino. La sua evoluzione nella musica cubana. Terza Tappa (1981-2006)
  • - L'esplosione del casinò in Cuba negli anni ottanta
  • - I raggruppamenti ed i solisti che ebbero influenza nella formazione del Casino
  • - La Timba e la sua influenza nel casino
  • - El despelote,el tembleque e la santeria nel casinò
  • - Evoluzioni nel Casino attuale:la doppia fila,le doppie ruedas,i reparteros cubani
  • - La Rueda de Casino come fenomeno sociale: ma che cosa è?
  • - Conclusioni Finali

Introduzione


Durante questi anni, in molte parti del mondo i ballerini della musica latina hanno sentito parlare o hanno partecipato a dimostrazioni o hanno praticato i passi di base del casino, e tutti si fanno la stessa domanda…Una abitudine o un genere nuovo di danza?La evoluzione parallela  della musica chiamata salsa, e la sua relazione con la musica cubana popolare e contemporanea,  fanno della storia del casino una parte fondamentale della cultura musicale cubana, che trascorre di passo in passo con l'accadere incessante degli eventi, dall'inizio a Cuba della lotta insurrezionale culminata con  il trionfo della Rivoluzione Cubana il 1 Gennaio del 1959, e continuata poi più tardi con la “istituzionalizzazione” della Repubblica nel 1976, che  fu organizzata con una divisione territoriale   nuova che ha moltiplicato le province da sei a quattordici ed i vecchi Municipi della capitale, dove nel quartiere Playa si sviluppò e si sviluppa una grande parte di questa tradizione del ballo che ripercorre poi tutto il mondo. Il casino nacque come consuetudine e costume  di certi gruppi sociali che vivevano in residenze sontuose e possedevano grandi club dove, grazie ai cambi della Rivoluzione, la consuetudine si trasforma nell'abitudine e si consolida come tradizione massiccia, arricchita dalle esperienze di tutti gli strati sociali della città.
Non è un compito semplice addentrarsi nello studio e la descrizione del casino come il ballo di cubano da salone più popolare dei nostri giorni, ed allo stesso momento analizzare i fattori socio-culturali che hanno avuto un impatto nella genesi di questo genere, ma proveremo a farlo non perdendo di vista il contesto storico nel quale nasce.

Gli Antenati del Casino


L'origine più remota dei balli da salone è nei balli regionali e folklorici sorti nella società preindustriale, che aveva la sua più grande popolarizzazione nel XIX secolo con la apparizione come fenomeno mondiale del valzer, nel quale la coppia rimane abbracciata durante tutto il tempo  e fa anche giri nell’ intera sala da ballo. Cominciando dal valzer, nasce in un modo progressivo una serie senza fine di balli da salone che si è mantenuta con una creatività stupefacente fino ai nostri giorni.
Gli antecedenti del casino possono essere ricercati nella contradanza(quadriglia ndr), genere musicale che ha la sua origine in Inghilterra ed in Normandia. Il suo nome viene dall'unione delle parole inglesi country (campo) e dance(ballo) che è come dire danze campestri.
Era ballata dalle popolazioni rurali della Francia, Olanda e Spagna, ma è in Francia dove raggiunge il suo massimo splendore.
La contradanza è diffusa a Cuba attraverso la Spagna che, come colonia, impose i suoi usi e costumi nell'Isola cubana. Questo è successo poi anche con l’Inghilterra, quando gli inglesi nel 1762 conquistano la Avana, e con la Francia, come conseguenza delle migrazioni successive franco- haitiane verso l'area orientale del paese , avvenuta con la Rivoluzione Di Haiti (1791)
A Cuba la contradanza era ballata sin dal XVIII secolo, ma è al principio del XIX secolo che arriva  a diffondersi notevolmente. Il più importante elemento apportato da parte della contradanza ai balli da salone cubani, e tra di loro il casino, è il passo di base. Consiste nello avanzare o ritornare, avvicendando i piedi, in quattro tempi musicali. Nei primi tre si appoggia completamente il piede sul pavimento e nel quarto tempo si appoggia solo il tallone e poi, con lo stesso piede dell'ultimo movimento, si comincia un'altra volta il passo.
In pratica  questa forma di base si presenta nella danza, nel danzón nel  son e nel casino, anche se si evolve nei periodi diversi con certi cambi di accenti corporali e di ritmo, ed alcune piccole variabili di impostazione nei piedi, principalmente nel dislocamento e nell'esecuzione di figure nuove.
Un altro aspetto di caratteristica della contradanza cubana era la presenza di un “bastonero”, che dirige passi della danza e gli altri balli  e prepara l'ordine degli stessi, i cambi, le figure e designa il luogo che le coppie devono occupare.
 Fra le figure principali della contradanza che i biografi del tempo segnalano, ricordiamo el paseo,cadena, sostenido,,latigazo, lazo,trono, alas, vuelas, rodeos, molino, puente.
Non è così difficile scoprire le reminiscenze degli elementi menzionati nelle figure, nelle chiamate e nelle coreografie speciali del casino, sia nella Rueda che nell'esecuzione indipendente delle coppie.
La contradanza si eseguiva in posizione di ballo sociale aperto, dove l'uomo prende con la sua mano sinistra, la mano destra della donna, lasciando libere le altre e rimanendo di lato. Questa presa di collegamento lascia spazio a una relativa facilità e indipendenza nella esecuzione dei movimenti in relazione alla coppia.

Questo tipo di vincolo fra le coppie, è soggetto a cambi quando il ballo sorge nei principi del XIX secolo. Nel sungambelo, la danza cubana più antica che si conosce che era  stata diffusa nell’anno 1813 e negli altri balli cubani, si ha come caratteristica speciale che per la prima volta nel ballo da salone cubano, l'uomo prende la donna in posizione di ballo sociale chiuso, che consiste nella disposizione fronte a fronte della coppia, dove l’uomo prende con la sua mano sinistra la destra della donna , che forma approssimativamente un angolo di novanta gradi, con entrambi le braccia un poco piegate di lato e all'altezza delle spalle.
 Il braccio destro del maschio “avvolge” la donna e colloca la mano al centro della schiena, lei mette la sua mano sinistra sulla scapola  destra del suo partner. Questa disposizione fu usata nel danzón, nel danzonete, nel chachacha ed ultimamente nel casino. Questo rivoluzionario cambio coreografico nel ballo da salone cubano era stato frutto della forte influenza che esercitò il valzer.
Altre figure della danza che sono arrivate fino a  oggi sono: :paseo, ocho, caja y cedazo..Una della più importante paseo, consiste nel dislocamento del passo base, sia nell’avanzare come per ritornare indietro, usato poi anche nel danzón, nel danzonete, nel son e nel casino. Nel caso di questo ultimo potrebbe essere comparato con la figura della Rueda vamos arriba, vamos abajo,  che analizzeremo più tardi.
Poi alla fine del XIX secolo nasce il danzón , la quale creazione musicale è attribuita a Miguel  Faílde (1852-1921) originario di Matanzas, manifestazione del ballo che si eseguiva in questa provincia e che veniva ballata da coppie provviste di archi di fiori .
Fra le figure fondamentali di questo genere ci sono: marque del hombre, cajon y vuelta tornillo e  tutte loro si possono trovare sintetizzate o  evolute nel casino.
Altri balli da salone cubani che sono parte della cultura cubana popolare sono il chachachá e il son:   questi balli hanno avuto una relazione diretta con la genesi del casino, nella decada degli anni cinquanta.

Prima tappa: Gli inizi del Casino (1950-1959)


Nella decade dei cinquanta comincia la “gestazione” in fase embrionale dei primi elementi che hanno convertito poi casino come un stile nuovo di ballo da salone cubano. Molti fattori influenzarono in un modo considerevole questa evoluzione della musica da ballo popolare a Cuba. Tra i vari fattori segnaliamo il son e la guaracha, l'invenzione del chachachá, la invenzione della televisione, la penetrazione culturale degli Stati Uniti e lo sfruttamento mercantilista, ed una certa deformazione di dei valori nazionali a Cuba.
Il casino aveva come spazi principali per la sua nascita quelli dei circoli ricreativi, i club o le sale da ballo, dove suonavano i gruppi più famosi di musica popolare del momento, interpretando tanto il genere nazionale come quello  straniero e internazionale.
I circoli ricreativi  erano divisi, in concordanza con le razze, in circoli per bianchi e per neri, ed esistevano anche in alcune città per mulatti. I direttori dei circoli contrattavano gli artisti o i gruppi musicali in dipendenza della razza o della categoria del club  o del “casino”.
Nel Casino de Playa (quartiere residenziale della Avana) suonavano orchestre che vestivano con capi firmati, e si riunivano persone di razza bianca con una economia adagiata. Tra gli artisti presenti in questi “circoli” ricordiamo  Arsenio Rodríguez, La Sonora  Matancera e Benny Morè.
Se invece le feste avevano luogo nei Jardines de la Tropical o de la Polar de La Habana, erano organizzate da società di neri o mulatti, che contrattavano direttori di altre orchestre di grande popolarità, ma quasi mai quelli menzionati precedentemente, con ingresso ad un prezzo modico (cinquanta centesimi).Tra le orchestre che negli anni cinquanta hanno suonato nei Jardines ricordiamo: Arcaño y sus Maravillas,Aragón, Melodías del 40 e Sensación.
Tra i generi musicali cubani che hanno interpretato questi gruppi c’erano il danzón , il son, la guaracha ed il chachachá. Il son ed il chachachá saranno poi pilastri fondamentali per la creazione del casino come stile nuovo di ballo da salone cubano.
 Il Son ed il Chachachá e la loro relazione con il Casino
Il son ebbe la sua origine nel montagnosi sobborghi dell'area orientale di Cuba, come Guantánamo, Manzanillo e Santiago de Cuba e si trasferisce alla Avana nell’anno 1909, attraverso i soldati dell’esercito permanente e fu una manifestazione da ballo degli strati umili della popolazione. Inizialmente era stato rifiutato nelle sale di moda ed eleganti, ma finì poi con l’imporsi  più tardi. In tutta l'isola si sviluppano diverse varianti del son:Changui (Guantánamo), Sucu Sucu (Isola della Gioventù)Son campesino (Majagua e Las Tunas) e Son Habanero.
Ma dal punto di vista coreografico esistono due stili di interpretazione di questo genere: il son montuno, che è caratterizzato da un movimento accentuato del torso verso i lati, da flessioni  profonde delle gambe che provocano un continuo ondeggiamento del corpo, ed il frequente movimento  delle braccia su e giù, identificato dagli specialisti come sacar agua del pozo, (prendere l’acqua dal pozzo ndr), e il son urbano, caratterizzato da movimenti  più comodi, morbidi ed eleganti, dove le flessioni delle ginocchia sono meno evidenziate, ed i movimenti continui delle braccia  non sono eseguiti come abbiamo descritto prima. Questa ultima forma di ballare il son  è quella che avrà più incidenza nella formazione  del casino.
Il passo di base del son, nella sua essenza, è simile a quello del casino, non solo per i tempi musicali che comprende, ma anche  per la forma ed i disegni corporali e spaziali. Entrambi gli stili sono eseguiti in durante quattro tempi, dei quali, i primi tre tempi coincidono con i tre passi e il quarto è di attesa, non si realizza alcun passo e la coppia si dispone in posizione di ballo sociale chiuso.
Il chachachá è un altro ballo da salone cubano che costituisce un importante antecedente nella formazione del casino. Questo genere sorse come il risultato della necessità di creare qualche cosa  di diverso dal danzón . Il padre di questo genere è considerato a Cuba il celebre violinista Enrique Jorrin, ed era di moda negli anni cinquanta specialmente  in un circolo ricreativo di persone di colore, La Silver Star (Estrella De Plata), che frequentemente contrattava l’Orchestra America interprete del famoso brano La engañadora. Il contributo del chachachá al casino era fondamentalmente coreografico e principalmente nelle figure e non nel passo di base.
Sono molte le figure del chachachá che coincidono con quelle del casino: tra di esse citiamo il famoso aprire e chiudere della coppia note tra i ballerini con il nome di pa'ti,pa'mi, principalmente nella esecuzione della Rueda. Alla fine degli anni cinquanta la Rueda sorge come una variante nuova del chachachá, ed era denominato popolarmente come chachachá en rueda. Si  chiamava Rueda perché consisteva nel fatto che le coppie eseguivano le figure all'unisono, una accanto all’altra, formando un  circolo che avanza a favore o in senso contrario alle lancette dell’orologio. Era diretta da un uomo, con abilità dimostrata per il ballo,e ad un suo segnale, noto precedentemente ai ballerini, si realizzavano cambi di coppia, combinazioni  di figure  e  altre figure inventate.
Nell’anno 1956 si diffonde questo fenomeno del circolo di coppie interdipendenti, specialmente in un modo esclusivo al Club Casino Deportivo(società di bianchi), oggi un circolo  ricreativo per lavoratori chiamato Cristino Naranjo.
Questa innovazione creativa fu imitata dai ballerini del Club Nauticos de Playa e si diffonde in seguito nella capitale cubana, perfino nelle stessenelle frasi come” facciamo la rueda come nel casino" o “ facciamo la rueda de casino" che poi diventerà per abbreviazione il “casino", appellativo che identificherà più tardi lo stile di ballo nuovo.
Un'altra versione che esiste, sulla origine del "casino"  è quella data dai vecchi ballerini (casineros), che assicurano che la denominazione di casino, derivi da quella di una delle orchestre più popolari in quella  epoca , il famoso Conjunto Casino.
Da non dimenticare l'influenza dei ritmi nordamericani in questa fase storica degli anni cinquanta, tra di tutti il rock and roll, molto diffuso tra i giovani e che avrà  poi una certa influenza nel casino. Questo tipo di danza con il suo stile di carattere spettacolare, aveva una grande quantità di elementi acrobatici e di giri in coppia.
Nei primi tempi il casino si ballava nella Rueda organizzata e provata precedentemente nei circoli tra amici, e più tardi si cominciava ad eseguire come ballo di coppia indipendente, ultimamente in ordine doppio, dove la coppia leader inventava la figura o il passo. Nella sua evoluzione nel casino diventa una necessità primaria dare un nome ad ognuna delle figure, combinazioni di svolte, espressioni e gesti, per poi essere capaci di eseguirli all'unisono e capire le “chiamate di guida” per questo stile di ballo, che si estende nella capitale prima e poi nell’isola intera. Un altro aspetto che dobbiamo tenere presente nella diffusione del casino è l'importanza dei mezzi di diffusione massiccia quali la Radio e  la Televisione (in Cuba è stata introdotta nel 1950) 

Quella notte nacque la Rueda,mentre cantava Benny Moré…


Il casino come stile nasce perciò approssimativamente in un'atmosfera dell'integrazione di generi, varianti e modalità nel 1956 e il termine fu preso in uso dal popolo per designare questo fenomeno nuovo nel ballo. Una descrizione che mostra come possa essere nata non tanto la Rueda, se non il passo base del Casino, è quella eseguita magistralmente da Jesús Díaz nel suo  romanzo  Le iniziali della Terra, che narra una storia ambientata nel Casino Deportivo, tra gli anni 1956 e 1957. Per la precisione dei dettagli narrati, possiamo essere certi che l'autore era parte integrante di quell’importante evento… 
"La rueda era una fratellanza, una setta, una specie di religione del ballo, ai quale solo potevano partecipare gli adepti…Si era formata casualmente, nei dintorni dell'area dedicata alla orchestra . Domenica dopo domenica si incontravano una confraternita di fondatori che imitava, nel ballare e camminare, certe espressioni eleganti e ritmiche  dei neri della Avana. Poco a poco loro stavano però inventando un modo nuovo che già non era tipico dei neri , che non era forse così spontaneo e fresco come quello dei neri che ballavano alla Tropical, ma che era bello,  spettacolare, sensuale e invitante come il son…Cominciavano a marcare il passo doppio, producevano un nuovo passo centrale, il quadrato, che aveva andata e ritorno e permetteva alla coppia di aprirsi lungo il salone inseguendosi attraverso il contrappunto del ritmo e della armonia …Quando qualcuno gli chiedeva che modo di ballare era questo, rispondevano senza alcun dubbio: Stile Casino…Nelle domeniche avevano il loro pubblico,i primi applausi li incitavano alla imitazione e vari gruppi di coppie di ballo iniziavano a riunire i propri sforzi per realizzare figure nuove. Una notte si riunirono in dodici coppie ed incominciarono ad inventare;quella notte cantava  El Benny (Benny Morè ndr):El Benny era bellissimo, immerso nell’alcool,si aggiustava il suo abito largo , da chuchero, e sembrava un passero dorato quando la banda gigante suonava la prima volta e lui disse..Ora!! …Si era accorto che nella pista c’era un gruppo che ballava bene ed incominciò a stimolare la sua tribu, a dare e a chiedere sempre di più ai ballerini, e a farli volare con il son … fino ad arrivare a Castellanos e Mí Son Maracaibo che gli riuscirono calde e brillanti, cosi calde che sembravano il centro del sole,il centro del son che è lui stesso, lo stesso Benny Moré in persona, che dirigeva, ballava, cantava con quella voce cosi dolce e cristallina,  a volte forte come l’ acciaio e il rame, obbligando ai ballerini a lasciarsi guidare da lui, dalla tumba, dalla tromba, a lasciarsi andare girando, giocando, inventando passi che dopo si chiameranno bikini, bikini doble, suéltala e no la sueltes, ma che allora erano solo gesti del Benny, risposte dei ballerini, quel corpo unico,sudato, pieno, delirante e felice, fino al momento che la tumba ha emesso il suo ultimo suono del son e la tribu del Benny iniziava a raccogliere i ferri del mestiere."
Quella notte nacque la Rueda…Carlos , Jorge  e Pablo la chiamarono per un certo tempo el Toque, perché gli ricordava dall’inizio delle notti ardenti…


 

Passi e varianti del casino


 
Passo Base del casino: La sequenza completa del passo consta di otto tempi musicali. La esecuzione si effettua in due parti che abbracciano quattro tempi ognuna: tre di movimenti ed uno di attesa. Si può realizzare sul posto,(per il quale  esistono due varianti)con spostamenti davanti o dietro con giri rapidi o lenti sullo stesso asse. In tutti i casi si alternano le gambe. 
 
Passo Base sul posto 
Prima variante:Abbraccia otto tempi musicali (compás 4/4)  
Primo Tempo: L'uomo sposta ed appoggia il piede sinistro avanti,il destro marca un passo nello stesso posto. 
Secondo Tempo: Mentre il piede sinistro è appoggiato davanti, il destro marca un passo nello stesso posto. 
Terzo Tempo: Il piede sinistro ritorna e si appoggia sulla sua posizione iniziale, di fianco al destro. 
Quarto Tempo:E’ di attesa. Non si realizza nessun movimento, si mantiene il disegno anteriore  
Quinto Tempo: Spostamento del piede destro appoggiandolo dietro con un passo. 
Sesto Tempo: Mentre il piede destro è appoggiato dietro, il sinistro marca un passo nello stesso posto. 
Settimo Tempo: Il piede destro ritorna e si appoggia nella sua posizione iniziale, di fianco al sinistro. 
Ottavo Tempo: È di attesa. Non si realizza nessun movimento, si mantiene il disegno anteriore. 
 
Finita questa azione comincia la ripetizione di tutta la fase descritta. La donna realizza il movimento iniziandolo col suo piede destro indietro (contrario al suo compagno), ma a beneficio della direzione del movimento stesso: 

Seconda variante:abbraccia quattro tempi musicali (compas  4/4) 
Primo Tempo: L'uomo sposta ed appoggia il piede sinistro indietro. 
Secondo Tempo: Mentre il piede sinistro è appoggiato dietro, il destro marca un passo nello stesso posto. 
Terzo Tempo: Il piede sinistro ritorna e si appoggia sulla sua posizione iniziale, di fianco al destro. 
Quarto Tempo:E’ di attesa. Non si realizza nessun movimento, si mantiene il disegno anteriore  
 Dopo, si comincia un'altra volta ripetendo la stessa azione col piede destro. Nel caso della donna, lei realizza il passo col piede contrario a quello del suo compagno, incomincia con il suo destro: 
Passo Base con spostamento 
Si realizza muovendo alternativamente i piedi avanzando o retrocedendo. Eseguendolo i partners saranno uniti, quando l'uomo avanza la donna retrocede e viceversa. 
 
Avanzamento
Primo Tempo:l’uomo fa un passo ed appoggia davanti il piede sinistro. 
Secondo Tempo: Il piede destro avanza fino ad appoggiarsi davanti al sinistro. 
Terzo Tempo: Il piede sinistro avanza e si appoggia davanti al destro. 
Quarto Tempo: È di attesa:non si realizza nessun movimento:Si mantiene la posizione anteriore dei piedi. 
Ininterrottamente, si ripete il movimento, cominciando ora con il piede destro. 
   
Retrocessione
Primo Tempo:l’uomo fa un passo ed appoggia dietro il piede sinistro. 
Secondo Tempo: Il piede destro avanza fino ad appoggiarsi davanti al sinistro. 
Terzo Tempo: Il piede sinistro avanza e si appoggia dietro il destro. 
Quarto Tempo: È di attesa:non si realizza nessun movimento:Si mantiene la posizione dei piedi del movimento anteriore. 
 
Passo Base con giro:  
Si realizza alternando i piedi e girando sul proprio asse seguendo la direzione nella quale si esegue lo stesso. Nel caso dell'uomo, generalmente, comincia con il piede e la spalla dello stesso lato verso destra(destro o sinistro), mentre la donna inizia il movimento in davanti con il piede e la spalla contraria a quelli del suo partner. La figura si realizza in otto tempi(due sequenze di passo base)
 
Primo tempo: l'uomo appoggia il metatarso del piede incrociato indietro al sinistro. 
Secondo Tempo: si fa un passo e si appoggia il piede sinistro sullo stesso posto. 
Terzo Tempo: Si colloca piede destro di fianco al sinistro. 
Quarto Tempo: Non si realizza movimento. Si aspetta un tempo nella stessa posizione dei piedi della figura anteriore. (posizione iniziale). 
Quinto Tempo: Il piede sinistro avanza e fa un passo, incrociandosi davanti con il destro. 
Sesto Tempo: Il piede destro retrocede, appoggiandosi dietro il sinistro. 
Settimo Tempo: si appoggia il piede sinistro di fianco al destro, facendo un passo sul posto e realizzando un  giro nella direzione del movimento. 
Ottavo Tempo: Non si realizza nessun movimento. Si aspetta con i piedi collocati nella stessa posizione anteriore(posizione iniziale). 
Si realizza la sequenza tante volte come desidera l'uomo che è  colui chi dirige il ballo. Dopo aver fatto vari giri verso la destra,  si può cambiare la direzione del movimento, eseguendolo  poi verso la  sinistra.    

Figure Del Casino


Sono comprese le differenti figure corporali e speciali che si realizzano sia in maniera indipendente o in formazione di circolo:la rueda. Varie di queste figure si eseguono nelle due varianti che concordano con quelle che si ballavano nel casino durante questa tappa. Ognuna ha il suo nome. 
      

Figure di coppie sciolte indipendenti


Figure di coppie sciolte indipendenti 
 Pa’ti, pa’mi  o abre y cierra  (Per te per me o apri e chiudi) Figura fondamentale nel casino per potere realizzare le differenti varianti di giri da soli o in rueda. Passa dalla posizione di ballo sociale chiuso al aperto. Si realizza in otto tempi, quattro per chiudere ed il resto per aprire, una sequenza completa del passo base
Per chiudere, l'uomo marca davanti il primo tempo del passo base col piede destro e con destra prende la mano sinistra della sua compagna che, contemporaneamente, muove in avanti il suo piede sinistro per iniziare il suo movimento e coincidere entrambi con braccia e gambe contrarie. Con il resto dei tempi continua il passo fino alla posizione iniziale con le mani “allacciate”. 
Per aprire, l'uomo marca indietro un passo col piede sinistro, mentre la donna realizza la stessa cosa con il piede destro. Ambedue sciolgono le mani(destra di lui, sinistra di lei) e muovono in blocco il corpo portando dietro la spalla corrispondente al braccio che apre(uguale alla posizione di ballo sociale aperto).Durante l'esecuzione della figura, si mantengono “agganciate” tutto il tempo la mano sinistra dell'uomo con la destra della donna. 
Vuelta a la derecha o la izquierda (giro a destra o a sinistra): Sono i giri lenti o rapidi che si realizzano  ugualmente in posizione di ballo sociale chiuso. Si può eseguire con la prima variante del passo base con giro. Questa figura è possibile farla sul posto o muovendosi nello spazio, essendo più difficile questa ultima. 
Vuelta de la muchacha (Giro della ragazza): dopo di aver “aperto” la partner, si alzano le braccia che sono “allacciate”, sinistro dell'uomo, destro della donna, e, ininterrottamente, lei realizza un giro entrando sotto l'arco che formano le braccia fino a ritornare alla posizione iniziale. Comincia col piede sinistro e dura otto tempi,due sequenze del basso base muovendosi ma girando sullo stesso asse. L'uomo marca il passo sul posto. Dopo, si “chiude” la partner in posizione di ballo sociale chiuso o si continua realizzando la figura  Pa’ti, pa’mi  o abre y cierra
Vuelta de la muchacha alrededor del varón (Giro della ragazza attorno all'uomo): Primo si apre la partner e l'uomo alza il suo braccio sinistro sostenendo la mano destra della donna e la porta verso sé, obbligandola a realizzare un giro intorno, mentre disegna un circolo sopra alla sua testa. L'uomo marca il passo base sul posto e la ragazza avanza col passo base muovendosi, cominciando con il piede sinistro. La figura si realizza otto in tempi, due sequenze di questo passo: 
 Vuelta al hombro (Giro alla spalla): Dalla posizione di apertura, l'uomo cambia braccio e prende la mano destra della donna con la sua destra. Si alzano le braccia formando un arco e lei fa un giro verso la sua destra, passando sotto esse dovuto all'azione dell'uomo che guida fino a rimanere al suo fianco destro. Il braccio di lui, si appoggia su entrambe le spalle della sua compagna, senza sciogliere le mani, mentre si prendono le mani sinistre, approssimativamente all'altezza del bacino  e di fronte all’uomo. Poi, si ritorna alla posizione iniziale spostando la donna verso il fronte del suo partner ,dopo di che  egli alza il suo braccio destro al di sopra della testa di lei e cambia le mani per ritornare ad aprire. Questa figura  si realizza in  sedici tempi, quattro frasi di passo base: 
Figure della rueda de casino 
 La rueda si forma con vari compagni che si collocano, in principio, in posizione di ballo sociale chiuso, rimanendo  dentro del “circolo” della spalla destra della donna ed il sinistro dell’uomo. I passi e figure si eseguono all'unisono da parte di tutti i membri.     
Vamos Arriba (Andiamo Sopra) 
In posizione di ballo sociale chiuso si realizza il passo base con spostamento che, nel caso degli uomini, è eseguito avanzando in senso contrario alle lancette dell'orologio e le donne retrocedono in questa stessa direzione: 
    
Vamos Abajo (Andiamo Sotto) 
Si esegue ugualmente all'anteriore, ma gli uomini retrocedono nel senso delle lancette dell'orologio e le donne avanzano verso questa stessa direzione. 
    
Siguela (Seguila) 
Le coppie si sciolgono per formare un circolo semplice. Si sposta la donna dietro l'uomo e tutti realizzano il passo base con spostamento, avanzando in senso contrario alle lancette dell'orologio. 
  
A pasear (A passeggiare) 
La donna si colloca al lato sinistro dell'uomo, “allacciando” il suo braccio destro al sinistro di questo. In detta posizione avanzano con il passo base, muovendosi in direzione contraria alle lancette dell’orologio :lei rimane dentro il circolo: 
  
Entrega  (Consegna) 
Si chiama così il cambio semplice di coppia. Dalla posizione del ballo sociale chiuso, i compagni si sciolgono ed entrambi i partners avanzano fino a che si trovano e si  “allacciano” con la donna  o l’uomo seguente.Al realizzare il cambio, la donna passa esternamente al circolo: 
   
A las dos o tres muchachas se coge una (Ad ogni  due o tre ragazze si prende una )
Dalla posizione di ballo sociale chiuso, l'uomo libera la sua compagna ed ambedue avanzano marcando il passo base con movimento. L’uomo lascia passare due o tre donne e si incontra con la seguente, in direzione contraria alle lancette dell'orologio e la donna si muove nel senso orario: 

Pa ‘ti pa ‘mí o abre y cierra  (Per te per me o apri e chiudi) 
Figura già descritta che si realizza anche nella rueda. Al eseguire questa figura si apre rimanendo entrambi i ballerini uno di fronte all’altro al centro del circolo: 
   
Entra y sale o adentro y afuera  (Entra ed esci o dentro e fuori) 
Dopo di aver realizzato la figura Pa ‘ti pa ‘mí o abre y cierra  le donne entrano al centro del circolo mentre gli uomini rimangono al loro posto, eseguendo in questa azione una sequenza del passo base. In seguito, gli uomini avanzano all'interno della rueda  e le donne retrocedono ripetendo la fase anteriore:   
Si realizzavano anche nella rueda de casino le figure: giri a destra o a sinistra, giro della ragazza, giro della ragazza attorno all'uomo e giro alla spalla, già descritte come figure di coppie sciolte indipendenti. 

Il casino nel suo sviluppo, Seconda Tappa (1960-1980)


In questa tappa analizzeremo il periodo storico e culturale e proveremo a darvi una visione completa degli eventi, delle condizioni storiche, dell'ambiente nel quale si sviluppava il casino e le influenze di tutti questi elementi menzionati. 

1959: La Rivoluzione Cubana


Quando nell'anno 1959 trionfa la Rivoluzione Cubana, si producono importanti cambiamenti socio culturali che hanno influenza sullo sviluppo e la diffusione della musica ed del ballo popolare cubano. Sorgono nuovi progetti per la ricreazione dei giovani e per il paese in generale. 
Nell'anno 1960, il governo nazionalizza i club, le società, i saloni di ballo, etc. Alcuni furono abbandonati dai loro padroni che andarono via del paese per differenti cause, principalmente politiche ed economiche. La maggioranza dei club furono “assegnati” ai sindacati di lavoratori e nel 1961 si inaugurarono i circoli sociali operai, che si trasformarono poi nei principali centri di ricreazione per la gioventù in tutto il paese. 
In questi spazi sorgono le  matinée ballabili o "il the ballabile", dove non si offrivano bevande alcoliche, solo bibite o acqua. Si svolgevano i sabati e le domeniche dalle due del pomeriggio fino ad alle sei, o alle otto della notte o anche con entrata all’alba. I ballerini accorrevano con l'unico e piacevole fine di ballare, divertirsi e fare nuove amicizie.   
Nei circoli sociali operai, situati nelle ripartizioni costiere dell'antico municipio di Marianao, nella capitale, si concentravano molti giovani, visto che qui radicava la maggioranza dei piani di borse di studio istituite dalla Rivoluzione e migliaia di studenti assistevano a questi ballabili, questo evento costituì un vero fenomeno sociale, che difficilmente tornerà a ripetersi nella storia della cultura cubana. 
Tra i circoli più famosi di questa epoca ricordiamo: Il Cristino Naranjo(Casino Deportivo),El Caño, La Puntilla. Si realizzavano anche  nel Salón Mambi del Cabaet Tropicana, nel Salón Rosado de la Tropical ed i Giardini del Polar, tra altri. 
Da questi centri ricreativi nasce una nuova generazione da casineros. Si ballava in qualunque posto e per differente motivi:nei pre-universitari nelle secondarie, ubicate in campagna o nella città. Ugualmente nei centri lavorativi si realizzavano attività artistiche e ricreative e feste coi lavoratori.   

Le Ruedas più famose


Nei primi anni di questa decade, il casino raggiunge un grande successo. Si produce uno sviluppo e una diffusione delle ruedas che erano formate da conoscenti, amici e persone assidue ai differenti locali da ballo. Esistevano ruedas nei diversi quartieri, scuole o circoli sociali operai che furono famose grazie ai suoi ballerini, la cui destrezza e senso del ritmo offrivano veri spettacoli. Erano conosciute per il nome o alias il di colui che le dirigeva o del locale dove ballavano come per esempio: La Rueda de los jimaguas  de Regla, La Rueda del Patricio e la Rueda del Oso
La rueda de los Jimaguas de Regla era costituita nella sua maggioranza dai ballerini della comparsa dei Guaracheros di Regla e possiedeva un stile molto particolare di marcare il passo e muovere le braccia, in maniera che gli uomini acquisivano una grande agilità. I gemelli Ortelio e Orlando Hernandez Parra  furono i solisti indiscussi di questo raggruppamento. 
La Rueda del Patricio, circolo sociale operaio Patricio Lubumba, era molto famosa ed arrivò ad avere fino a cento coppie. Per entrare nella stessa bisognava  dimostrare abilità nel ballo oltre ad essere presentato come amico di qualcuno del suo integranti. Non si ammetteva l'errore, altrimenti si era espulsi:La rueda era diretta dal suo leader Rosendo Eugenio Gonzáles Doncel, un eccellente ballerino di casino che fece parte del Balletto della Televisione Cubana. Era tutto un personaggio e le donne diventavano matte per ballare con lui. Questo artista è rimasto nella memoria di tutti i suoi amici e delle persone che lo conobbero e rappresenta per eccellenza “el casinero”, il ballerino popolare che tutti volevano imitare :la sua compagna di ballo per approssimativamente sedici anni,Caridad Rodriguez Riverón, Caruca, ha dichiarato:" Rosendo era molto carismatico, molto spontaneo, trasmetteva l'allegria ed il desiderio di ballare;era molto rappresentativo del cubano della strada. Dimostrò anche di essere uomo cioè, mascolinità, virilità, elemento molto importante per essere accettato nell'ambiente dove si sviluppava il casino. Era lui centro di attrazione"
La Rueda del Oso sorse dopo quella dal Patricio, e contava con  trentadue coppie. Iniziò con un gruppo, bianchi nella sua maggioranza, nel Parco della Avana. Avevano fama di non sbagliarsi  e quando questo succedeva si eliminava dal ballo la coppia che incorreva nell’errore, dopo essere stato derisa dal resto dei membri.

L'auge del casino


L'auge del casino fu una delle conseguenze dell'accesso illimitato che ebbe il paese alla cultura e la ricreazione come una nuova via di sviluppo in questo campo. Con la fondazione a Cuba nel Gennaio del 1961 del Consiglio Nazionale Della Cultura, che aveva tra i suoi obiettivi di creare organismi, nacquero istituzioni e raggruppamenti culturali per riscattare le tradizioni cubane come: La Scuola Nazionale Di Arte, Danza Nazionale Di Cuba, e l'Insieme Folcloristico Nazionale oltre a molti altre. 
Così  si iniziò ad incorporare nei programmi di studio i balli di salone cubani e tra essi il casino, che era il più popolare e contemporaneo  degli anni sessanta. 
Nei primi anni della decade dei sessanta, la musica ebbe un periodo di decadenza come risultato dei nuovi cambiamenti soci economici del paese. La produsse l'esodo di alcuni artisti e gruppi musicali di gran qualità e la morte di altri.
Nonostante nell'Isola rimasero molti cantanti, musicisti e compositori notevoli che tentarono di trovare uno spazio nel gusto popolare e creare nuovi generi o varianti musicali come furono: Il mozambique creato da Pedro Izquierdo, el pilon, del compositore Enrique Bonne, il pacá di Juanito Márquez; el dengue ideato da Dámaso Pérez Prado;el guapaché, il chiqui-chaca, il mozan-chá il guaguá etc... Questi generi non trascesero, tra le altre cause, perché nacquero durante un periodo di stasi nella diffusione della musica cubana , sia dentro che fuori del paese. Gli stranieri  non conoscevano quello che stava accadendo a Cuba e quella che si ascoltava era la musica degli anni cinquanta.

La fine degli anni 60 e gli inizi degli anni 70:Revé e Formell, los Van Van, Irakere


Già alla fine degli anni sessanta comincia una rinnovazione della musica che si sviluppava dentro le orchestre dell’epoca. I cambi si facevano sentire anche nel gruppo di Elio Revé(1959) grazie alle sistemazioni e creazioni innovatrici del compositore e controbassista Juan Formell, integrante della stessa e nella diffusione del changui, che costituì poi una versione rivitalizzata e moderna del classico ritmo orientale. La novità provocò una immediata popolarità. Formell introdusse anche nuovi strumenti che rivoluzionarono la musica in quella epoca, incorporando il basso elettrico e la chitarra elettronica, ed amplificando i violini. 
Questo distaccato musicista cubano fondò, nel Dicembre 1969, la suo propria orchestra:Los Van Van, dove creò inoltre un nuovo stile di esecuzione del son cubano, al quale diede la denominazione di songo. Questo raggruppamento si è mantenuto nella preferenza del pubblico dei bailadores da più di tre decadi, cosa che costituisce una sfida per qualsiasi persona. 
Durante questo periodo si ballava casino con le distinte modalità musicali come el changui-shake, el changui 68, el songo, la ranchera son, la conga son , el palo son, la guaracha ed il son.Tra le orchestre più famose vi erano: Neno Gonzáles, Chapotin, Rumba Habana e la Aragón che ancora nella decade del sessanta era la "regina." Incontrastata.
In questi anni era in atto una vera crisi di presenze e nei saloni e nelle aree destinate al ballo. Questo era anche dovuto al fatto che spesso gruppi di persone della condotta asociale introducevano bevande alcoliche e trasportavano armi bianche nei circoli sociali operai. 
Negli anni settanta ma la musica ballabile cubana risorge con nuovo brio. Si incentiva anche grazie al lavoro del Consiglio Nazionale della Cultura la formazione di gruppi musicali, le registrazioni di nuovi dischi, le riprese di nuovi film. Tutto ciò contribuiva alla divulgazione della musica e del ballo cubano. 
Nascono così anche grazie all'organizzazione da festival di son, danzón, e chachachá,  altri gruppi musicali che posteriormente segneranno modelli importanti per la musica ballabile degli anni successivi.. Nell'anno 1973, Chucho Valdés fonda Irakere, gruppo che contò nel suo formato iniziale sull’appoggio degli studenti della Scuola Nazionale Di Arte. Altri gruppi fondati in quella epoca erano Afrocuba ed Opus13 che furono fondati alla fine degli anni settanta. Come il gruppo Son 14, fondato a Santiago Di Cuba nel Novembre del 1978.   

"Para Bailar": il programma televisivo che consacra il casino


"Para Bailar": il programma televisivo che consacra il casino 
Nel 1979 nasceva il programma “Para Bailar” che ebbe come principale obbiettivo il riscatto e la rivalutazione dei balli popolari cubani, dato che  la gioventù ballava ormai solo musica straniera. L'idea partì del cameraman e in seguito direttore di programmi Cáceres Manso,Cachito,, e fu appoggiata dai membri del Balletto della Televisione Cubana come Caruca e Rosendo. La figura di Rosendo era di gran importanza in questo momento, perché lui faceva anche da  giudice nella parte del programma dedicata al ballo. Aveva il “peso della responsabilità” della giuria che selezionava le coppie vincitrici, poiché il programma era formulato come uno spettacolo competitivo tra coppie di ballo. 
Para Bailar ebbe un gran successo. Attirò l'attenzione di migliaia di telespettatori fondamentalmente giovani di tutto il paese cubano. Si dimostrò che i giovani cubani si "erano allontanati" semplicemente dalla loro musica perché non esistevano locali dove ballare, come neanche esistevano spazi dove le orchestre potevano esibirsi. Il programma rimase in onda fino ad al 1985. Attualmente la Televisione Cubana grazie anche alla musica di Adalberto Alvarez y Su Son ed ad uno dei suoi ultimi CD “Para Bailar Casino” (un vero inno al casino), ha deciso di creare una nuovo programma somigliante a quello precedente intitolato “Para Bailar Casino”,dove gruppi di Ruedas e di ballerini competono tra di loro per guadagnare un titolo, ballando con la musica delle migliori orchestre cubane dal vivo nel Salón Rosado de la Tropical  durante un periodo di gare che dura un intero anno. 
 La musica salsa 
Ritornando agli anni settanta,anche a Cuba si  risente il fenomeno della salsa music, che si sviluppò prima negli Stati Uniti, i cui i principali propulsori furono musicisti portoricani che risiedevano in alcuni città nordamericane, come New York e Miami ed i cubani che erano emigrati in quel paese alla fine della decade dei cinquanta. 
La salsa è il riflesso di un'interazione culturale caraibica ben complessa, come è normalmente qualsiasi definizione della salsa. 
"La salsa è tuttavia un'eterogenea integrazione che manifesta elementi comuni e differenziabili in ogni composizione. In realtà non esiste una salsa, bensì multiple e diverse salse. Quindi la salsa più che un genere dovrebbe intendersi come una  maniera di fare musica” diceva Angel Quintero Rivera, un famoso sociologo e studioso portoricano. 
In questo periodo che analizziamo, la salsa si trovava nella sua epoca di oro e fuori di Cuba costituiva un sontuoso commercio. A Cuba questo genere si impose con abbastanza veemenza. Si diffusero molto  le creazioni di Rubén Blades e Willie Colón, fondatori del movimento della chiamata salsa politica. E furono molto accettati dal pubblico.   

"I ballerini di casino negli anni settanta:i loro virtuosismi e le loro regole…


In questa epoca il casino era nella sua tappa di splendore, si caratterizzava per la qualità,il virtuosismo e lo stile dei bailadores. Tra i parametri fondamentali che definivano un ballerino virtuoso vi erano:ballare in contrattempo sulla clave. Questo era il simbolo di eleganza. Eseguire cambiamenti bruschi nel tempo. Fare un giro rapido continuo e fermare momentaneamente il tempo musicale. Realizzare giri molto rapidi con la partner allacciati sul proprio asse, marcare il passo e mantenersi entrambi uno davanti all’altro. Eseguire differenti giri, la maggiore quantità possibile, continuata e senza sbagliarsi poiché quanto più giri si conoscevano, meglio si ballava. Marcare il passo solamente non era ballare…! 
Sapere "disegnare" (dibujar ndr). Era un termine molto utilizzato in questi anni, si riferiva alle improvvisazioni fondamentalmente dell'uomo, che giocava col ritmo e combinava il passo base con altri movimenti delle gambe come:un calcio in aria, fermarsi sulla punta dei piedi, fare velocemente alcune  figure con le gambe eccetera. Realizzare grandi spostamenti per il salone senza "perdersi" con la musica né con la compagna.
Non sbagliarsi in una rueda, quella coppia che nel casino ci riusciva era catalogata di virtuosa. Solo il fatto di fare parte di una  rueda famosa denotava qualità, abilità, destrezza. 
C'erano anche livelli di qualità rispetto ai luoghi da bello e le ruedas. Esistevano saloni e gruppi dove il ballerino "medio" non poteva entrare. Per regola generale, si esigeva una determinata forma di vestirsi. Negli  scenari pubblici bisognava essere vestito elegantemente. Si ballava con scarpe di suola per facilitare i giri… 
L'uomo svolgeva un ruolo preponderante, perché era lui che decideva i giri e le figure. La donna dimostrava la sua abilità lasciandosi portare senza perdere il ritmo ed il passo, aspetti molto importanti affinché l'uomo potesse “creare” o improvvisare. 
La caratteristica di questi ballerini era che essi incorporavano coreografie, gesti e maniere proprie, a volte “esagerando” nei movimenti, come tirare fuori e mordersi la lingua, tirare su  i pantaloni, fare alcuni movimenti sensuali con la zona pelvica e il bacino. Questi ballerini erano chiamati "ambientosos" o "guaposos". Un altro aspetto che li distingueva dalla massa era la loro forma di vestire, con l'uso, per esempio, di pantaloni e camicie molto larghi. 
Nonostante tutto ciò, molti di questi gesti furono accettati e riprodotti poi dai casineros visto che, in non pochi casi, corrispondevano a movimenti della rumba, genere musicale ballabile nato a Cuba agli inizi del secolo XVIII.
In questo periodo(1960-1980) il casino raggiunse un maggiore sviluppo stilistico e coreografico. Si mantennero alcune figure corporali e spaziali della prima tappa e se ne crearono nuove, con vari gesti e movimenti, che lo consolideranno poi come il genere popolare ballabile più popolare di questa decada. 

L'Attualità del Casino.La sua evoluzione nella musica cubana. Terza Tappa (1981-2006)


 Per comprendere lo sviluppo del casino, della Rueda de Casino, nella storia della musica cubana e internazionale dobbiamo inquadrarlo nel periodo storico musicale degli ultimi venticique anni, che vede la nascita di gruppi e solisti e quindi parallelamente il diffondersi del casino che “assorbe” mode e influenze musicali.Da questa contaminazione arriviamo fino ai nostri giorni, dove questo genere musicale e’ tra i più ballati dagli appassionati e dai “bailadores” europei e latinoamericani.   

L'esplosione del Casino a Cuba negli anni ottanta


Nei primi anni dell’ottanta, si crearono le condizioni per quello che più tardi si rivelò come una vera esplosione di raggruppamenti di musica popolare ballabile a Cuba. 
La gran maggioranza dei musicisti di questi gruppi erano diplomati delle Scuole Nazionali e Provinciali di Musica, e dei Conservatori e l'Istituto Superiore di Arte. Ciò ha prodotto un sorprendente sviluppo del casino che ha raggiunto, fino all'attualità, dimensioni internazionali con il nome di ballo salsa
Tuttavia, negli Stati Uniti in questa epoca esisteva una crisi del settore della musica denominata “salsa” per eccesso di commercializzazione.Quindi nacque poi la "salsa erotica" o sensuale senza molto successo, ma che aiutò a migliorare un po' la situazione a tentare di riscattare l'attenzione del pubblico. Nonostante la crisi del genere, in paesi come il Venezuela, Colombia e Portorico, la salsa godeva di fama e popolarità tra le orchestre e cantanti di gran rilevanza. 
Nell'anno 1983 visita Cuba il venezuelano Oscar D'Leon, già conosciuto nell’isola caraibica attraverso i video trasmessi dal piccolo schermo. 


Oscar D'Leon,
Lo spettacolo che questo prestigioso artista offrì nel Festival Di Varadero dimostrò, nonostante alcune critiche per essere ricorso all'utilizzo di alcuni elementi di grossolanità e mal gusto, che “appannarono” le sue presentazioni, la sua grande abilità come musicista ed agile ballerino, che suonava nel tempo stesso in cui ballava il basso. 
Rapidamente il pubblico cubano soprattutto i “casineros”(ballerini di casino ndr),copiarono i suoi movimenti e gesti. Specialmente quelli di marcaee il passo base del casino con alcuni giri spostandosi in un lato e dopo, coincidendo con gli accenti di ritmo, dando vari “calci” all’aria. Questa stessa frase coreografica forma oggi parte di una delle figure di casino, eseguita sia dai singoli ballerini fronte a fronte che nella rueda,sintetizzata e combinata con altri elementi. 
 

I raggruppamenti ed i solisti che ebbero influenza nella formazione del casino


Nell'anno 1988 nasce NG La Banda, con la direzione di José Luis Cortés, “El Tosco”, un musicista della prima generazione di studenti della Scuola Nazionale Di Arte, che aveva integrato anche altre orchestre come quella dei Los Van Van ed Irakere 

Elio Revé -  Ng La Banda  - Paulo FG
Il Tosco, considerato un rivoluzionario della salsa, formò la sua orchestra con diversiti musicisti dei maggiori raggruppamenti del momento e può affermarsi che La Banda fu quella che aprí la strada al boom della salsa a Cuba. 

Issac Delgado -  Los Van Van  - Manolín El medico de la salsa
A partire dalla nascita di NG comincia l'esplosione di nuovi raggruppamenti di musica popolare ballabile come sono: Issac Delgado,(antico membro di NG La Banda); Dan Den, di Juan Carlos Alfonso che proveniva dalla Orchestra Revé; La Charanga Habanera di David Calzado; Manolín, El Médico de la salsa (Manuel Gonzáles Hernández) che si convertì poi in un vero mito nazionale, un fenomeno di popolarità, e Paulito FG Y su élite, guidata da Paulo Fernández Gallo, dotato e carismatico cantante e compositore, tra molte altre. 
 
Charanga Habanera - Chucho Valdès  - Dan Den
Molti dei movimenti e gesti di questi musicisti divennero dopo imitati per il pubblico dei ballerini .
Analizziamo i principali… 
  
"Pa'l piso e Arriba de la bola" :i movimenti degli artisti importati nel Casino 
 “Pa'l piso” , Di Paulo FG, 
È un movimento che l'artista cubano fa nei suoi concerti e presentazioni e che consiste nello scendere fino ad a mettere le ginocchia sul pavimento mantenendo la zona pelvica verso avanti mentre il busto si sposta all’indietro, cosa per la quale si richiede una certa destrezza. 
 

 
Arriba de la bola (Manolín) El Médico 
Si caratterizza per l'esecuzione di movimenti molto sensuali e a volte esotici. Questo in questione, che tutti imitano allo stesso modo, si fa collocando le braccia verso l'alto e davanti, piegate leggermente e con le mani aperte, simulando di avere tra le stesse una palla o "qualcosa  di circolare";e si muovono le anche, la vita ed il torso in forma rotatoria. 
 


In queste due ultime decadi lo sviluppo del casino si caratterizza perché a differenza di prima, dove il partner di ballo si manteneva “allacciato” il maggiore tempo possibile all’altro, ora la stessa cosa si può ballare ugualmente anche sciolti. Ruedas, coppie che ballano in file uguali una di fronte all’altra improvvisando, un uomo con due donne, persone che ballano sole, eccetera. 
Il ballo popolare cubano, fondamentalmente il casino, grazie allo sviluppo del turismo internazionale e la nuova apertura dei raggruppamenti musicali verso l'estero, conosce anche il suo successo in parti dell'Europa, America ed Asia e contribuisce così al rinascimento della salsa ed i differenti generi della danza e della musica afrocubana. 
A partire dal 1985 si riaprono anche vari locali a Cuba, vari saloni da ballo che costituiscono un elemento di importanza affinché si stabilisca il contatto diretto tra musicisti e ballerini, col proposito di “riscattare" il ballo come una delle occupazioni predilette del cubano nei suoi momenti di ozio.Tal è il caso del Salon  Rosado de la Tropical che anche nella attualità è uno degli spazi più importanti della capitale cubana. 
 
Foto Salon Rosado -  La Habana Cuba
 

La Timba e la sua influenza nel casino


Il casino attuale può ballarsi con il partner “allacciati” in posizione di ballo sociale chiuso, oppure   “sciolti”  posizionati di fronte e davanti, in file uguali o in formazione di strada o nella Rueda. Durante il ballo, quando si raggiunge il “culmine” della musica, ed il tempo diventa più rapido e questo coincide con l'improvvisazione del cantante e l'alternanza del ritornello o coro, questa parte i musicisti cubani la chiamano bomba o timba
La termine bomba ha molteplici significati a Cuba come quello nei secoli scorsi per alludere ad una notizia falsa o bugia, mentre in questo caso che ci interessa, si riferisce più alla "alta temperatura" che raggiunge il ritmo della musica in quell'istante. 
 
D'altra parte anche alla parola timba  sono assegnati differenti significati allo stesso modo diversi.A Cuba si usa questo vocabolo per definire per esempio anche una pancia di grande dimensioni.D’altra parte, il pane con la timba si riferisce al pane con dolce di guayaba(frutto tropicale ndr). Ma il termine timba ha acquisito durante gli anni novanta una connotazione molto speciale nell'ambito della musica popolare ballabile, in generale questa parola è utilizzata per nominare, per convenzione intuitiva, tutta la produzione ballabile degli anni novanta, o anche per differenziare con detta nomenclatura, le composizioni nazionali sonero-salsere degli ultimi anni da quelle prodotte fuori dell'Isola Caraibica
 

El despelote,el tembleque e la santería nel casino


La Timba è una come una tendenza, un stile musicale o un atteggiamento assunto dai compositori ed arrangiatori verso l'orchestrazione.El paese ha battezzato questo momento “culmine”del ballo "caliente" col nome di despelote, che si realizza da parte dei ballerini  sia “sciolti” che in qualunque posizione. 
 
  El despelote per la nuova generazione di “casineros” è ballare con frenesia, muovere il corpo a destra e sinistra senza regole di nessun tipo. Questo è il momento dove, si riproducono i gesti ed i movimenti che improvvisa il cantante  quando canta il ritornello. 
Un altro termine riferito al ballo che recentemente è sorto in questo contesto è il tembleque che allude ad un movimento vibratorio di tutto il corpo a partire dalla zona pelvica e dove, in maniera continuata e secondo l'abilità del ballerino, tutto il corpo trema.Per fare el tembleque si dovrebbe possedere una totale indipendenza di ognuna delle parti del corpo, fondalmente della zona  pelvica, la quale ha, in questo caso, un evidente sfondo sessuale. El tembleque  non è una coreografia o un ballo di nuova creazione, bensì un altro movimento creativo con la sua propria nomenclatura che fa parte del despelote. 
  
Può anche succedere che gli esecutori, oltre al passo base e le sue varianti, realizzano un altro passo delle differenti manifestazioni della vertente afrocubana, tra loro:danze della santería, (quello di Elegguá, Ogún, Ochosi);figure della rumba(principalmente della columbia e del guaguancó);movimienti o passi della makuta e la yuca etc...Questi movimenti che sono impliciti, corrispondono a passi di balli di salone ed altri popolari, antecedenti del casino, come il mambo, il chachachá e la conga. 
Così al ballo gli sono addizionati tutta una serie di gesti rituali come sono farsi il segno della croce, il saluto rituale dei santeri ed altri di carattere erotico, come quello del movimento della zona pelvica o semplici movimenti di diverse parti del corpo.  

Evoluzioni nel casino attuale:la doppia fila, le doppie ruedas, los reparteros


  Evoluzioni nel casino attuale:la doppia fila, le doppie ruedas, los reparteros 
Come si è detto precedentemente, una delle maniere di ballare il casino è in formazione di strada, varie coppie posizionate “fronte a fronte”  formando una fila di donne ed un'altra di uomini. La doppia fila è qualcosa di molto simile alla Rueda ma è più facile da eseguire.Un integrante del gruppo comincia a chiamare o dimostrare passi, azioni che il resto del gruppo deve imitare con rapidità.In questo caso i compagni sono liberi e sciolti per potere muoversi con facilità.
 

La Rueda De Casino in queste ultime decadi si è sviluppata in grande scala grazie alla quantità di giri, figure, frasi coreografiche e varianti di passi che il popolo ha inventato, prendendo come  punto di partenza il tradizionale o imitando i cantanti e leader dei gruppi musicali.
Per ottenere una maggiore complessità, dagli anni ottanta  si cominciarono a realizzare  las doble ruedas de casino   (ruedas de casino doppie ndr) , una piccola o di meno integranti dentro ed un'altra, di maggiore quantità di membri, che avanzavano in direzioni differenti con guide indipendenti o una sola per entrambi. Queste sono un vero esempio di maestria e creatività di ballo. 
L'eccellenza dei ballerini di casino è arrivata a tale punto che uno solo può ballare con due donne:prendendo una con la sua mano destra e l'altra con la sinistra e con un'incomparabile maestria di coordinazione e ritmo realizza tutta una serie di figure.Assume una certa preponderanza anche il ruolo della donna, che svolge per esempio una parte importante  nel despelote, o semplicemente improvvisa in modo libero e come lo desidera, senza ripetere quello che fa il suo compagno. 
Nel casino di oggi è frequente lo stile di ballo chiamato repartero che è stato molto criticato da un lato considerabile della popolazione cubana, fondamentalmente i giovani. I famosi reparteros e reparteras,  ballerini appartenenti ai quartieri marginali della città della Avana, che si caratterizzano per inventare e realizzare movimenti, gesti e passi a volte anche volgari ed osceni, che offrono un'immagine tergiversata della maniera di divertirsi con il ballo, poiché quando arrivano a qualunque posto per ballare, si aprono spazio spingendo le persone, calpestando i piedi degli altri di proposito e provocano liti e tumulti nei locali, tra le altre cause, per avere ingerito bevande alcoliche in eccesso. 

Tuttavia si deve riconoscere che questi gruppi ballano in maniera eccellente, con una creatività incredibile, che inventano sempre passi nuovi e sempre di più complicati, perché fanno gare tra uomini e donne. 
 
Nella attualità anche il genere musicale del reggaetón è entrato in alcuni movimenti del casino durante il ballo e la rueda, ma il suggerimento è sempre quello di non esagerare nelle inclusioni e nelle novità, poiché un ballerino di casino dovrebbe avere presenti sempre quelli che sono i modelli della musica cubana popolare, che nel corso dei secoli hanno reso possibile la storia musicale di questo paese, dandogli un marchio di originalità e qualità.  
 
Cosicché nelle varie competenze nazionali ed internazionali che si fanno di "Rueda de Casino" a Cuba come fuori di Cuba, le giurie  ed i giudici che esaminano i ballerini durante l'esecuzione del ballo, tengono sempre presente nel loro giudizio quelle che sono le linee dominanti di questo genere, fatto anche di stile ed eleganza nel movimento. Ed è quello che si chiede ai ballerini. Essere eleganti, esprimendo con sensualità la propria mascolinità o  femminilità senza aggressività, perché la salsa è prima di tutto dare e ricevere emozioni .

La Rueda de Casino come fenomeno sociale: ma che cosa è?


            
            Fig. 1 El Borracho                          Fig.2   Aganchado                           Fig.3  El Ocho
Nella decade degli anni settanta e fino ai nostri giorni la rueda de casino si converte in un vero e proprio fenomeno di gruppo: nei quartieri della Habana nascono le varie ruedas, ogni rueda ha il suo leader favorito, le proprie figure personalizzate ,le varianti più differenti , e diventano sempre più frequenti le fiestas e i carnavales dove la rueda de casino è protagonista...
Ma che cosa è la rueda de casino?  la rueda de casino è un gruppo di coppie che ballano formando un circolo che si muove in senso antiorario , comandata per un "lider" , chiamato anche "madre" ,  che realizzano una serie di giri, movimenti, figure , cambi di coppie, tutto  a tempo di musica salsa . La impressione per chi vede una rueda de casino ben organizzata e "comandata ", è di assistere ad una vera e propria coreografia , ma in realtà non è così: la rueda nasce a Cuba per puri scopi di divertimento e intrattenimento , e  anticamente addirittura le coppie che sbagliano a realizzare un movimento sono "eliminate" , determinando alla fine una coppia vincitrice.
Il leader dunque è colui che è incaricato di "chiamare" le  figure e realizzarle con le coppie che partecipano alla rueda . Si possono realizzare ruedas a partire da due coppie , fino all'infinito , sempre che la stessa si mantenga  divertita e interessante, come alto deve essere il livello di attenzione. Ovviamente nelle ruedas molto grandi è importante per i partecipanti osservare il leader , perché non avendo sempre la possibilità di poter ascoltare la sua voce , i comandi vengono dati con gesti , segnali convenzionali, che i ballerini devono conoscere ed eseguire con grazia e creatività. 

Conclusioni Finali


Il casino è un ballo di salone cubano che sorse alla fine della decade degli anni cinquanta come conseguenza della evoluzione ed integrazione tra generi, intergeneri o modalità musicali ballabili, anche di altri paesi. 
Questo stile di ballo riflette oggi, con gran forza il carattere proprio del paese cubano.Costituisce un estratto dei tratti che la caratterizano;una sintesi di tutti i componenti della nazione cubana.La sua popolarità e preferenza nel pubblico si è mantenuta per quattro decadi, per questo che fa già parte del patrimonio culturale di questo paese e non solo. 
Il casino è l'ultimo ballo di salone creato per il popolo, dove confluiscono diversi elementi apportati dai suoi predecessori, un processo evolutivo ed organico. Nacque come una manifestazione danzaria anonima, nel seno delle classi popolare urbane; non concorda con nessun genere, intergenere o modalità musicale specifica.E’ un ballo per il divertimento individuale e collettivo, non identifica a nessuna religione ed i suoi movimenti non hanno un significato particolare.  
Oggigiorno il casino costituisce il ballo di salone di maggiore attualità e validità, è un evento socio-culturale che come tale ha avuto influenza direttamente sullo sviluppo della creatività e diversità del fenomeno della musica ballabile a Cuba, dalla  fine degli anni cinquanta fino ai nostri giorni. ”Il casino” è eseguito con maggiore o minore destrezza da bambini, giovani ed adulti, in diversi spazi, ampi o ridotti. 
Sono molti i fattori che hanno inciso sull'apogeo del casino a Cuba e all’estero, ma tra i più importanti ci sono la dimensione che ha ottenuto la musica salsa nell'ambito internazionale. Identificato come ballo di salsa cubano, si è trasformato nel veicolo idoneo per godere di questa maniera di fare musica. 
Questo ballo è stato divulgato internazionalmente attraverso varie vie e forme tra le quali:i differenti spettacoli artistici offerti ai turisti nei cabaret, club, teatri, saloni di ballo;corsi internazionali di ballo da salone cubani nella modalità di  specializzazione,offerti dalle Scuole di Arte e l'istituto Superiore di Arte;attraverso tours internazionali di gruppi folcloristici professionali; a mezzo di corsi impartiti da professori cubani in virtù di accordi di collaborazione o scambi culturali con altri paesi;mediante l'insegnamento professionale o non di cubani non residenti in diversi posti del mondo o anche, per questa stessa via, di stranieri che hanno creato le loro proprie accademie di ballo. 
Esistono, ugualmente, festival di salsa in diversi paesi del mondo come Stati Uniti, Messico, Spagna, Italia, Francia, Olanda, Giappone, dove si svolgono gare di ballo, corsi, spettacoli ed altre attività che, oltre a mantenere all’apice della popolarità questa modalità musicale, costituiscono un vero commercio. 
Questa realtà da un lato, aiuta a risaltare e diffondere, in buona misura, i valori della cultura cubana nazionale, ma succede anche che molti persone senza scrupoli, veri "predatori" dell'arte e della cultura popolare tradizionale, con l'affanno di ottenere denaro, mostrano "metodologie", "passi" o "figure" che niente hanno a che vedere con la realtà del casino ed altri balli di salone cubani. 
Giovani ed adulti di diverse latitudini del mondo hanno mostrato interesse per imparare a ballare il casino "come lo fanno i cubani", cosa che è realmente difficile, perché la cubanía è primordialmente una condizione di gesti, atteggiamenti, sentimenti pensieri ed anima cubana. Per questo il casino continuerà a svilupparsi nella sua propria dinamica sociale, ma nell'inesauribile fonte che costituisce il suo paese di origine, le sue tradizioni e le sue forme di stabilire il contatto umano. 
Come diceva il saggio cubano Fernando Ortiz" la cubanità non bisogna cercarla in quella salsa di notizia e di sintetica succulenza…la cubanità è anche lo stesso processo completo della sua formazione, negli elementi sostanziali avanzati nella sua azione, che si ricercano nell'ambiente in cui opera"  a succulenza…la cubania( l'essere cubano ndr) è anche lo stesso processo completo della sua formazione, negli elementi sostanziali avanzati nella sua azione, che si ricercano nell'ambiente in cui opera" 


Nessun commento:

Posta un commento

Non hai trovato quello che cercavi??? Cerca con Google

Ricerca personalizzata